SUB Magazine: Pesca
Apnea
Attrezzature
Fotosub
Miscele
Pesca
Relitti
Salute

Tana o non tana?

L’attrezzatura per la pesca in tana è quasi integralmente la stessa, sia che si peschino saraghi in pochi metri d’acqua o che si miri a un cernione nell’abisso dei trenta e passa metri. L’unica variante, in effetti, sono le pinne, che per le alte quote richiedono prestazioni di vertice. Come dire quasi esclusivamente pinne al carbonio, ma con qualche accortezza: la pesca in tana porta spesso a contatti e appoggi sul fondo che mal si addicono alla pur relativa fragilità delle pale in fibra. La muta sarà dello spessore suggerito dalla temperatura dell’acqua e, data la tecnica, sarà scura ma non necessariamente mimetica.
Un rinforzo sulle ginocchia, chiamate spesso a puntellare il peso del corpo, potrà evitare abrasioni che alla lunga potrebbero trasformarsi in lacerazioni. La maschera non richiede particolari caratteristiche, mentre il boccaglio sarebbe meglio morbido per ammortizzare eventuali colpi sulla roccia. Quanto alla zavorra, più che discutere sul peso sarebbe meglio fare attenzione che non presenti potenziali appigli. Il vezzo, ad esempio, di portare il portapesci in cintura, con l’ago infilato sotto la stessa o incastrato fra piombo e tessuto, potrebbe dare dei problemi. Chi ha l’animo del minatore e ama infilarsi fin nel cuore di tane e spaccature, deve tener presente che uscendone potrebbe essere ostacolato da qualche imprevisto incastro. Infine, prima di dedicarci al fucile, ricordiamo l’importanza della torcia e del raffio.
Per la prima i sacri testi consigliano maneggevolezza e piccole dimensioni, buona potenza e un raggio molto concentrato. Noi aggiungiamo come criteri di scelta la facilità d’impugnatura, la funzionalità dell’interruttore, il colore (meglio se ben visibile anche dall’alto) e l’assetto (preferibilmente negativo). Il raffio è in realtà un accessorio molto semplice, tanto da essere spesso autocostruito nelle dimensioni più consone a ogni esigenza. Sul mercato si trovano bellissimi raffi in acciaio inox, spesso scomponibili per facilità di trasporto e adeguamento di misura, dove i dettagli da tener presenti sono la funzionalità dell’impugnatura e il “dente” contrapposto al gancio, su cui poter fare forza in determinate situazioni.

 
 
 

  info@italiasub.it 
© 2003-2018 Arvea s.r.l. - All rights reserved - PI 06964260969
i nostri siti: www.portaleturisticoitaliano.it www.ejoiner.com


Chiudi
Chiudi
Chiudi