Teoria subacquea Introduzione
Apnea
Attrezzature
Fotosub
Miscele
Pesca
Relitti
Salute

Indice degli argomenti

Introduzione
Immersioni in apnea
- Atrezzatura
- Pesata
- Pinneggiare
- Sommozzare
Immersioni con ARA
Conoscere il nostro corpo
La pressione e i suoi effetti
Respirazione, consumi e autonomia
Il tempo di immersione
Gli incidenti
Pesata
La spinta d'Archimede

Un corpo immerso in un fluido riceve una spinta dal basso verso l'alto pari al peso del fluido spostato, nel nostro caso pari al peso dell'acqua che il nostro corpo occupa. Per questo effetto ci sembra che il nostro corpo in acqua non abbia peso. Quindi un corpo galleggia (assetto positivo) quando il suo peso Ŕ inferiore a quello dell'acqua che sposterebbe se fosse tutto immerso. Si trova in assetto neutro, quando il peso Ŕ uguale a quello dell'acqua e affonda (assetto negativo) quando il suo peso Ŕ superiore.

La cintura

La cintura della zavorra permette di controbilanciare la spinta positiva che la muta e il GAV danno al subacqueo ed Ŕ quindi indispensabile per potersi immergere. La fibbia deve essere comoda e non esageratamente stretta e i pesi devono essere uniformemente distribuiti. Inoltre la chiusura della fibbia deve avvenire in senso contrario rispetto a quella del GAV, per evitare di confonderle. Lo sgancio della cintura dei pesi deve essere una manovra sempre possibile e rapida in caso di necessitÓ. E' bene che ogni subacqueo sappia come sganciare la propria cintura e anche quella del proprio compagno.

La pesata

Deve essere effettuata in acqua con muta e GAV completamente sgonfio indossati. Ci si porta dove il fondale ci permette di galleggiare senza toccare. Una pesata Ŕ corretta quando si galleggia con l'acqua che arriva all'altezza degli occhi a polmoni pieni, mentre si comincia a scendere durante l'espirazione fino a immergere quasi competamente la testa.

 
 
 

  info@italiasub.it 
© 2003-2018 Arvea s.r.l. - All rights reserved - PI 06964260969
i nostri siti: www.portaleturisticoitaliano.it www.ejoiner.com

Chiudi

Chiudi
Chiudi