Teoria subacquea Introduzione
Apnea
Attrezzature
Fotosub
Miscele
Pesca
Relitti
Salute

Indice degli argomenti

Introduzione
Immersioni in apnea
Immersioni con ARA
Conoscere il nostro corpo
La pressione e i suoi effetti
- La compensazione
- La legge di Pascal
- Il principio di Torricelli
- Legge di Boyle e Mariotte
- Compensare la pressione
- Sovradistensione polmonare
- Malattia da decompressione (MDD)
- Narcosi d'azoto
Respirazione, consumi e autonomia
Il tempo di immersione
Gli incidenti
Narcosi d'azoto
Narcosi d’azoto

L’azoto respirato a pressioni elevate, ha un effetto narcotico. Può dare un anormale stato di euforia e senso di benessere, sintomi nervosi, rallentare le normali funzioni celebrali. I sintomi possono essere lievi e aumentare con la profondità. Può causare vertigine, disorientamento e, se il subacqueo continua a scendere, può anche perdere conoscenza. Il tempo non influisce nell’istaurarsi della narcosi. I sintomi possono comparire ad una certa profondità e scomparire appena si comincia a risalire. Se ci si accorge di tali sintomi la cosa migliore da fare è risalire. La maggior parte dei subacquei non accusa nessun sintomo riconoscibile di narcosi in immersioni a 18-24 metri.

 
 
 

  info@italiasub.it 
© 2003-2018 Arvea s.r.l. - All rights reserved - PI 06964260969
i nostri siti: www.portaleturisticoitaliano.it www.ejoiner.com


Chiudi
Chiudi
Chiudi